Composizione del microbiota e gravità dell’DSA: esistono dei biomarcatori per la comprensione delle connessioni Microbiota-Cervello?

Febbraio, 2021

Negli ultimi anni prove crescenti hanno suggerito un legame tra il Disturbo dello Spettro Autistico (DSA) e il microbiota gastrointestinale, dimostrando che i pazienti con diagnosi di DSA presentavano alterazioni del microbiota. Tuttavia, queste alterazioni non sono limitate alla composizione del microbiota ma si ripercuotono anche sulle molecole/metaboliti che questo produce.

Proprio quest’ultimo aspetto è stato recentemente preso in rassegna da un gruppo di studiosi che, attraverso una revisione della letteratura, ha fatto una panoramica dei diversi metaboliti del microbiota e di come essi potrebbero essere associati allo sviluppo e alla gravità dell’DSA sia nei modelli animali che nell’uomo.

Queste molecole potrebbero funzionare quali biomarcatori dell’attività del microbiota intestinale e, sebbene la ricerca sia solo agli inizi, potrebbero migliorare la comprensione delle connessioni Microbiota-Cervello e aiutare nel progettare studi di maggiore impatto anche clinico e terapeutico.

Link all’articolo originale: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33117122/